sabato 10 marzo 2012

Aumentare il CPC ( Pay per Click ) di Google AdSense in 2 semplici metodi, 2° metodo



Uno dei problemi che sorge quando si crea un account Google AdSense e poi si posizionano gli annunci pubblicitari nel blog/sito è la quantità di denaro che ci viene dato dagli inserzionisti per ogni click sugli annunci pubblicitari, il cosiddetto CPC ( Pay per Click ).

Il CPC si presuppone ( perchè non sia ha una certezza assoluta ) che sia calcolato in base a tanti fattori, come ad es. la quantità di annunci in una pagina web e il numero di visitatori che riceve giornalmente il blog.

In questo articolo andremo a vedere un secondo metodo per aumentare il CPC di Google AdSense, ovvero il blocco di annunci non pertinenti al nostro blog.


In un articolo precedente avevo scritto del primo metodo per aumentare il CPC di AdSense, se volete leggerlo è qui: http://www.informatichissimo.net/2011/11/aumentare-il-cpc-pay-per-click-di.html

Bisogna sapere che Google tiene ogni giorno o quasi un'asta virtuale con migliaia e migliaia di inserzionisti per decidere a chi vendere gli spazi pubblicitari del nostro blog e, ovviamente, anche quello degli altri.
Ma come funziona quest'asta ?
Beh è abbastanza semplice, in pratica Google "descrive" agli inserzionisti il nostro blog, ovvero gli dice da quanto tempo è in rete ( perché conto molto anche l'anzianità del blog ) , quante visite giornaliere riceve e, soprattutto, dove sono posizionati gli annunci nel blog.


Infatti più un annuncio è in vista ( come per es. sotto al titolo del blog oppure nei post ) più gli inserzionisti pagheranno per aggiudicarsi quel determinato annuncio.
Prendiamo per es. questo blog, Informatichissimo.net ha 3 annunci in totale, uno sotto al titolo del blog, uno a destra della pagina e un'altro che è presente in tutti gli articoli ( più precisamente a fine articolo ).
In questo caso l'annuncio al di sotto del titolo è il più gettonato in assoluto, proprio perchè appena uno visita il blog lo vede, in seconda e terza posizione ci sono rispettivamente l'annuncio a destra della pagina e poi quello nei post.


Ora vi chiederete: ah, quindi se un annuncio è più richiesto vorrà dire che sarà anche più cliccato, ovviamente.


E invece no. Infatti è vero che più un annuncio è richiesto più viene pagato, ma non è sempre vero che è anche il più cliccato, infatti nel caso di questo blog l'annuncio negli articoli ( che è il meno richiesto ) è molto più cliccato di quello a destra della pagina ma è meno cliccato di quello sotto il titolo del blog ( che è anche il più pagato ).


Ora venendo al succo della questione, anche perché mi sono dilungato un pò troppo, per aumentare il CPC di AdSense basterà bloccare gli annunci non pertinenti al blog, ovvero, se abbiamo un blog di informatica non avrebbe senso far comparire come annunci la pubblicità di un ristorante, quindi basterà bloccare quella determinata categoria di annunci.


Per fare questo basterà accedere al nostro account Google AdSense e, una volta giunti nella gestione del nostro account AdSense, andare in: consenti e blocca annunci-> categorie generali-> e qui bloccate tutti quegli annunci che non centrano niente con il vostro blog, poi andate in categorie sensibili e anche qui bloccate quelli che non sono pertinenti al blog.


Fatto ;) seguendo questo procedimento il CPC di questo blog è aumentato, non di moltissimo, però è aumentato. 

1 commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...